Liquore all’uovo – Vov

Liquore all’uovo – Vov

Rinvigorente e confortante, ma soprattutto buonissimo, cremoso e goloso, il Vov è uno di quei liquorini vintage che meritano tutto il nostro apprezzamento.
Tuorli, zucchero e marsala e nasce lo zabaione ed è subito acquolina, un pizzico di nostalgia e tanto amore per la nostra cucina..
E il Vov?
Da una grossa quantità di tuorli avanzati, un pasticcere veneto nella metà del XIX° secolo diede origine ad una sorta di zabaione liquoroso, che chiamò “Vovi“, termine dialettale veneto che significa “Uova”, e che poi divenne “Vov”.

Il gusto ricorda immediatamente quello dello zabaione, ma con una consistenza più liquida ed una maggiore quantità alcolica.
Squisito così, freddo e liscio, energetico e rinvigorente, oppure caldo, come corroborante davanti al camino nelle fredde giornate invernali, durante le feste natalizie, magari guarnito con panna montata e trasformato nell iconico Bombardino, il bicchierino della montagna, o ancora, utilizzato per accompagnare e guarnire dessert..
E perché non renderlo anche pensiero  di Natale, da regalare presentandolo in graziose bottigliette?

Note sulla preparazione:
Utilizzate uova freschissime, possibilmente di galline allevate all’aperto.
A contatto con il latte caldo, i tuorli non si cuoceranno grazie alla presenza dello zucchero, ma anzi, si pastorizzeranno.

La quantità di alcol puro può variare leggermente a proprio gusto.

Ingredienti:

  • 3 tuorli medi
  • 180 g di zucchero semolato
  • 300 ml di latte intero
  • 1 baccello di vaniglia o 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 50 ml di marsala secco
  • 100 ml di alcol 95°

Procedimento:

Versate il latte in un pentolino, unite la polpa con semini di vaniglia estratti dal baccello, oppure l’estratto, ed a fuoco dolce portate al bollore.
Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare il latte fino a quando non raggiunge la temperatura 82°C

Nel frattempo, in una ciotola montate bene per alcuni minuti i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso

Versate il latte ad 82° a filo nel composto di uova e continuando a mescolare con le fruste

Fate raffreddare il composto mescolandolo di tanto in tanto e soltanto alla fine, in modo tale che non evaporino con il calore, unite l’alcol puro ed il marsala, poco alla volta e sempre mescolando, vedrete che
la schiuma formatasi mano a mano si ridurrà

Filtrate il liquore con un colino e versatelo in un’altro contenitore, ponetelo in frigorifero per alcune ore o fino al giorno dopo per fare scomparire tutta la schiuma, poi imbottigliatelo aiutandovi con un imbuto

Conservate il liquore in un ambiente fresco, preferibilmente in frigorifero,
agitatelo bene prima di servirlo e consumatelo entro un mese circa



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *